Teatro Verdi Firenze - Lunedì, 27 Marzo 2017

Acquista on-line

Acquista On-Line

Il Teatro a 360°

Guarda il teatro

News

Dal 7 Novembre 2017
RICHARD O’BRIEN’S
ROCKY HORROR SHOW
produzione internazionale
CLAUDIO BISIO 
nel ruolo di Narratore

Leggi tutto...

A GRANDE RICHIESTA
REPLICA!!!
MOMIX 25 marzo

CAVEMAN 3 aprile
BRIGNANO 5 e 10 aprile

Leggi tutto...

Newsletter



Rassegna Stampa

Calendario eventi

Ricerca avanzata eventi

SEMIANYKI o LA FAMIGLIA
Dal 03/12/2009 al 06/12/2009
 
Clicca sull'immagine per ingrandire


 

JUST IN TIME presenta
Passashok productions

TEATR  LICEDEI in

SEMIANYKI-LA FAMIGLIA

con Olga Eliseeva
Alexander Gusarov
Marina Makhaeva
Kazyan Ryvkin
Elena Sadkova
Yulia Sergeeva

scene Boris Petrushansky
direzione di scena ed effetti speciali Ravil Baygeldinov, Nikolay Orlov, Murad Kutuev
luci Valery Brusilovskiy
suono Sergey Ivanov
costumi Anna Mamontova

regia Boris Petrushansky




SEMIANYKI o LA FAMIGLIA è il ritratto acido di una famiglia folle. Una lotta incessante per il potere fra un padre alcolizzato che minaccia di andarsene, una madre incinta che minaccia di partorire e un esercito di marmocchi folli ed estrosi che minacciano di trucidare padre e madre pur di sopravvivere. Una serie di rapidi quadri surreali disegna la quotidianità di questa “normale” famiglia russa, ma senza parole, solo con la poetica coesione di corpo, sguardi e oggetti che va dritta al cuore scatenando il riso e la commozione.
In un mondo che va a pezzi non mancherà un sublime happy end a base di parto rocambolesco, ritorno scoppiettante di padre prodigo e vittoria della famiglia sul caos.
Follia poetica, fervore inventivo e umorismo corrosivo sono gli ingredienti di questo spettacolo della leggendaria compagnia Licedei di San Pietroburgo - il primo teatro russo di clown e di mimi – creata nel 1968 da Slava Polunin.
Il più bell’omaggio che possa essere reso al Clown come figura, allo stesso tempo, tradizionale e contemporanea.




TEATR LICEDEI  IL PRIMO TEATRO RUSSO DI CLOWN E MIMI - STORIA DELLA COMPAGNIA

1968 FONDAZIONE A LENINGRADO

Slava Polunin riunisce un gruppo di clown e crea il TEATR LICEDEI. Gli sketch ideati sono accompagnati da melodie occidentali e non decantano le lodi della grande URSS; ciò rende  la compagnia particolarmente sospetta agli occhi delle autorità sovietiche. Tuttavia, grazie alla sua tenacia, Slava ottiene un ottimo strumento di lavoro: un’abbazia sconsacrata nella quale installa una sala prove, alcuni laboratori dotati di attrezzature efficienti e un piccolo ufficio. È lì che dorme, e non è il solo: buona parte della compagnia vi si stabilisce giorno e notte. (Il TEATR LICEDEI si trasferisce nel 1995, quando i monaci reintegrano l’abbazia. E Leningrado torna ad essere San Pietroburgo).


1970-1989 VIAGGIO INTORNO AL MONDO

Malvisto dalle autorità, ma adorato dal pubblico, il TEATR LICEDEI ottiene più volte l’autorizzazione a uscire dall’URSS per partecipare a festival in tutto il mondo (Colombia, Cina, Germania, Italia, Inghilterra e Hong-Kong) con lo spettacolo ASSISSYE REVUE, che raccoglie gli sketch migliori della compagnia. La compagnia si esibisce per la prima volta in Francia – invitata al Festival d’Aurillac da Michel Crespin (allora direttore) e dal produttore André Gintzburger– con uno spettacolo di strada, KATASTROPH, ispirato originariamente a un incidente aereo, e trasformato, in seguito all’esplosione di Chernobyl, in un manifesto contro il pericolo nucleare. 
Poco prima della caduta del Muro di Berlino (9 novembre 1989), il TEATR LICEDEI è promotore  della MIR CARAVAN (Caravan della Pace), che marcia da maggio a settembre da San Pietroburgo a Blois. In questa iniziativa lo affiancano il Teatro Nucleo di Ferrara in Italia, il Footsbarn Theatre, il Théâtre des Provinces du Monde di Nicolas Peskine, e moltissimi giovani che si uniscono durante il tragitto. I momenti più salienti saranno lo scalo a Berlino, lato ovest della Porta di Brandenburg, e l’accoglienza a Parigi ai Giardini delle Tuileries.
Dopo lo scioglimento dell’Unione Sovietica, i membri della compagnia prendono strade diverse.
Molti avvertono il bisogno di fare nuove esperienze, unendosi, ad esempio, al Cirque du Soleil, o intraprendendo carriere solistiche alla stregua del fondatore Slava Polunin, che realizza il suo spettacolo Slava Snowshow. Coloro che scelgono di rimanere in Russia decidono di rinnovarsi, rifiutandosi di sottostare alla regola d’oro secondo cui si deve realizzare un numero e sfruttarlo per tutta la vita. Il merito degli «anziani» del LICEDEI è quello di aver creato una scuola di clown, all’interno dell’Accademia Teatrale dell’Università di San Pietroburgo.  I «4 anziani» - Anvar, Robert, Anna e Victor – fanno perciò appello ai giovani affinché mettano l’immaginazione al primo posto negli spettacoli della compagnia. 
E questi giovani sono eccezionali! Infondono al LICEDEI una nuova vitalità, mantenendo intatto quello spirito che, più di vent’anni fa, aveva decretato il successo nazionale ed internazionale della compagnia, grazie a trovate geniali e a idee sempre nuove. Questa volta niente nasi rossi, niente maschere da clown. Marina Mahaeva, Olga Eliseeva, Yulia Sergeeva, Elena Sadkova, Alexander Gusarov e Kasjan Ryvkin offrono pura energia, dinamismo e creatività. Nei loro ultimi spettacoli POKATUKHA e SEMIANYKI, vi invitano a una gita in Russia – la Russia di ieri e quella di oggi. Non una gita turistica (Cremlino, Museo dell’Ermitage, Bolshoï…) ma un’incursione nella vita quotidiana del popolo russo: la nostalgia, le difficoltà giornaliere, il senso della festa.

per saperne di più: 
www.jitmanagement.it


Organizzatore: Antico Teatro Pagliano srl Via Ghibellina, 101 Firenze P. Iva 04899170480

 




Orchestra della Toscana Orchestra della Toscana BoxOffice Toscana