Teatro Verdi Firenze - Lunedì, 27 Marzo 2017

Acquista on-line

Acquista On-Line

Il Teatro a 360°

Guarda il teatro

News

Dal 7 Novembre 2017
RICHARD O’BRIEN’S
ROCKY HORROR SHOW
produzione internazionale
CLAUDIO BISIO 
nel ruolo di Narratore

Leggi tutto...

A GRANDE RICHIESTA
REPLICA!!!
MOMIX 25 marzo

CAVEMAN 3 aprile
BRIGNANO 5 e 10 aprile

Leggi tutto...

Newsletter



Rassegna Stampa

Calendario eventi

Ricerca avanzata eventi

LA PASSIONE SECONDO LUCA E PAOLO
12/12/2009
 
Clicca sull'immagine per ingrandire


 

ITC 2000 e Politeama Genovese presentano

LUCA E PAOLO

LA PASSIONE SECONDO LUCA E PAOLO

di Luca Bizzarri, Paolo Kessisoglu, Martino Clericetti, Michele Serra


regia Giorgio Gallione

scene e costumi Guido Fiorato
luci Bruno Ciulli
musiche Carlo Boccadoro
canzoni Paolo Kessisoglu




NOTA DI REGIA - Giorgio Gallione    
  
  
Si dice : “morire dal ridere”.
Di questo parla La Passione. Di risate e di cosa ci aspetta nell'aldilà. Perchè non è detto che il più importante dei momenti, “l'argomento degli argomenti”, non possa essere trattato con ironia.
Uno spettacolo sulle domande, e senza risposte. Vi troverete sul Golgota insieme ai due ladroni nell'attesa che arrivi il protagonista della Storia, o insieme a due scarafaggi che, sotto quelle croci, vivono mangiano e...fanno di tutto.
E poi vi guarderete allo specchio, negli occhi degli uomini e donne che siamo, pieni di paure e, appunto, di domande senza risposta.
Tutto questo è “La Passione secondo Luca e Paolo”: uno sguardo dissacrante ma mai blasfemo sul rapporto tra l'uomo e la sua peggiore paura. Mai come stavolta, vi seppelliranno dalle risate.
La passione secondo Luca e Paolo racconta, tra ironia, spiazzamento e ruvida spiritualità, una storia che va avanti dall'inizio del mondo e su cui ancor oggi aleggia il mistero: la vita e la morte. Lo fa con una teatralità estroversa e anche sorprendente, utilizzando linguaggi e forme del narrare che molto ricordano gli esercizi di stile.   
Tutto inizia con due ladroni che, sul Golgota, stanno aspettando(da quando?)un terzo condannato che sarà crocifisso con loro. L'Assente è un personaggio che sfuma nel mistero e nella leggenda, si dice sia dotato di un qualche talento ai confini col divino, è probabilmente un cialtrone o un mentitore ma viene più spesso descritto simile ad uno strano filosofo con magici poteri. L'attesa però si prolunga(all'infinito?),e progressivamente questo bizzarro "Aspettando God..." si trasforma in scena in un gioco di storie incrociate, un po' letteratura combinatoria un po' pastiche stralunato, dove compaiono due scarafaggi che grottescamente deridono l'inutile ricerca degli uomini sul senso della vita e addirittura una proiezione contemporanea dei protagonisti, ancora oggi alla ricerca, ahimè senza grandi risultati, della ricetta per la felicità. Luca e Paolo affrontano questa paradossale via crucis tra teatro dell'assurdo e delirio buffonesco, monologhi e canzoni che cambiano repentinamente stile e registro narrativo, mischiando in modo personale e mai prevedibile non senso e speranza, ghigno diabolico e intima  commozione. Il loro è un teatro che sorprende e frastorna e che ha per armi la risata acida e un sarcasmo di stampo gaberiano, iconoclasta e nero, appassionato e mai ipocrita.  


 Organizzatore: Antico Teatro Pagliano srl Via Ghibellina, 101 Firenze P. Iva 04899170480



 

 




Orchestra della Toscana Orchestra della Toscana BoxOffice Toscana