Teatro Verdi Firenze - Martedì, 24 Gennaio 2017

Acquista on-line

Acquista On-Line

Il Teatro a 360°

Guarda il teatro

News

A GRANDE RICHIESTA
REPLICA!!!

CAVEMAN 28 marzo
BRIGNANO 5 aprile


Leggi tutto...

ECCO I VINCITORI
della GRANDE LOTTERIA
di NATALE
per gli Abbonati...

Leggi tutto...

TEATRO&MUSICA al
RELAIS SANTA CROCE
prosa, monologhi e aperitivi
alla Sala della Musica

Leggi tutto...

Newsletter



Rassegna Stampa

Calendario eventi

Ricerca avanzata eventi

LA PRINCIPESSA DELLA CZARDA
15/01/2011
 
Clicca sull'immagine per ingrandire


 

Compagnia Italiana Operetta presenta

LA PRINCIPESSA DELLA CZARDA

Musica EMMERICH KÁLMÁN
Libretto LEO STEIN e BELA JENBACH

1°ma Esecuzione Vienna 1915

Con Umberto Scida, Elena D'Angelo, Armando Carini

direttore d'orchestra ORLANDO PULIN  

Regia e Coreografie SERGE MANGUETTE
Direzione Artistica UMBERTO SCIDA

 
 

Una delle più famose produzioni del repertorio operettistico, La Principessa della Czarda, su libretto di Stein e Jenbach e musiche di Kálmán andò in scena per la prima volta a Vienna nel 1915 al Johann Strauß-Theater.
Il primo atto si svolge a Budapest e precisamente all'Orpheum, locale mondano della capitale, centro della bella vita, dove Edvino Carlo, principe di Lyppert-Weylersheim, trascorre le sue serate.
Proprio l'Orpheum vede nascere l'amore tra quest'ultimo e Sylva, la bellissima canzonettista del locale -chiamata Principessa della Czarda- , che si appresta a partire per una tournée negli Stati Uniti. Travolto dall'amore, Edvino si impegna davanti ad un notaio (assiduo frequentatore del locale) a sposare Sylva entro otto settimane.
La madre di Edvino, Anilde, non tollera questo legame e, richiamatolo a Vienna, gli impone al figlio di sposare sua cugina, la contessina Stasi.
Due mesi dopo Edvino, ormai rassegnato, si accinge a sposare Stasi e nel suo palazzo viene organizzata la festa di fidanzamento.
Alla festa arriva Sylva dagli Stati Uniti accompagnata dal conte Boni che si finge suo sposo.
Iniziano i colpi di scena: Boni si innamora a prima vista della contessina Stasi, Edvino, dapprima geloso di Boni, ritrova il suo amore per Sylva che mostra ai convitati il contratto di matrimonio dichiarando di essere anche lei contessa.
Anilde, la madre di Edvino rincontra una sua vecchia fiamma, Feri von Kerekesh che svela a tutti il passato della donna: anche lei era stata canzonettista al teatro Apollo.
Proprio questo suo passato aiuterà a risolvere il legame tra Sylva e Edvino rendendo anche possibile l'avvicinamento di Boni con Stasi.

 




Orchestra della Toscana Orchestra della Toscana BoxOffice Toscana