Teatro Verdi Firenze - Martedì, 24 Gennaio 2017

Acquista on-line

Acquista On-Line

Il Teatro a 360°

Guarda il teatro

News

A GRANDE RICHIESTA
REPLICA!!!

CAVEMAN 28 marzo
BRIGNANO 5 aprile


Leggi tutto...

ECCO I VINCITORI
della GRANDE LOTTERIA
di NATALE
per gli Abbonati...

Leggi tutto...

TEATRO&MUSICA al
RELAIS SANTA CROCE
prosa, monologhi e aperitivi
alla Sala della Musica

Leggi tutto...

Newsletter



Rassegna Stampa

Calendario eventi

Ricerca avanzata eventi

JESUS CHRIST SUPERSTAR
22/01/2011
 
Clicca sull'immagine per ingrandire


 

Planet Musical presenta


JESUS CHRIST SUPERSTAR

regia Massimo ROMEO PIPARO

JESUS CHRIST SUPERSTAR  compie 40 anni e torna nei teatri italiani con una nuova, attesissima edizione di Massimo Romeo Piparo.

Sabato 22 gennaio al Nelson Mandela forum


 

In inglese, nella versione originale di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice, con l’Orchestra dal vivo e trenta artisti sul palco, lo spettacolo prodotto dalla Planet Musical porta in scena un cast di grande livello artistico, con Mario Venuti nel ruolo di Pilato, Simona Bencini (indimenticabile voce dei Dirotta su Cuba) la Maddalena, Matteo Becucci, (vincitore di XFactor 2, al suo debutto in teatro) nella parte di Giuda. Gesù è Paride Acacia e, al Sistina di Roma, Max Gazzè sarà Erode. Nel numeroso cast spiccano anche affermati talenti del Musical italiano come Massimiliano Giusto (Hannas), Cristian Ruiz (Simone), Ciccio Regina (Caifa). Le coreografie sono firmate da Roberto Croce, la direzione musicale da Emanuele Friello, le scenografie da Giancarlo Muselli, i costumi da Santina Ferro, il disegno luci da Andrea “Bobo” Amadei e il suono è di Luca Finotti.

Il Musical più famoso mai rappresentato in Italia e che ha cambiato la Storia del Teatro Musicale ha debuttato il 31 luglio in anteprima nazionale al Teatro Greco di Tindari, spettacolo inaugurale della prestigiosa Rassegna “Arte a Tindari”.
Nessun’altra produzione italiana in lingua originale vanta tanti record e per Massimo Romeo Piparo e la Planet Musical sono numeri davvero da capogiro: tre diverse edizioni, 11 anni consecutivi in cartellone nei Teatri nazionali dal 1995 al 2006, oltre 1.000.000 di spettatori, più di 100 artisti che si sono alternati nel cast, 19 regioni e più di 1.000 rappresentazioni in 84 città italiane.

Questa versione, che narra l’ultima settimana di Cristo in chiave rock, è stata l’unica al mondo ad avere ottenuto un riconoscimento ufficiale dalla Santa Sede in occasione del Giubileo dell’Anno 2000 quando, ad interpretare il ruolo di Giuda nella versione italiana di Piparo, c’era Carl Anderson, il leggendario protagonista del celebre film di Norman Jewison del 1973. E proprio in ricordo di questo straordinario artista - a 5 anni dalla sua prematura scomparsa - sarà presentato nei teatri che ospitano lo spettacolo “So Long Judas”, un docu-film ricco di brani inediti, immagini e interviste esclusive.


NOTE DI REGIA  di Massimo Romeo Piparo

“Un'orchestra in smoking e nell'aria i suoni e le atmosfere di un decennio fra i più felici del nostro secolo.
Ogni sera si rinnova il magico rito che ci restituisce l'idea di un mito eterno. Il suo confronto con la stessa ragione di essere: da un lato il popolo, dall'altro chi lo governa. Tutti nel contempo artefici e vittime di un tradimento commesso per amore da chi "vive per la morte" e il cui ruolo si compirà solo quando, abbandonata la veste istituzionale di custode di un sodalizio di vita, offrirà e procurerà per sé la morte.
Un mito eterno per un popolo che ancora oggi non ha smesso di subire il proprio martirio ma ha visto moltiplicarsi la serie di martiri diretti o indiretti: si continua a morire perché altrove, in questa terra, è deciso così. Non cercate di trovare segni in questa messinscena, né confronti con epoche, fasi storiche: c'è l'eterno, intramontabile senso di angoscia per una umanità che da sempre elegge i propri messia per poi mandarli al martirio, crea i propri miti per poi distruggerli, professa la propria ideologia per prontamente rinnegarla.
Mi piace dedicare questo lavoro alla memoria di Salvatore Romeo, cha ha ispirato tutte le tappe della mia crescita personale e artistica”.

 

 




Orchestra della Toscana Orchestra della Toscana BoxOffice Toscana