Teatro Verdi Firenze - Lunedì, 27 Marzo 2017

Acquista on-line

Acquista On-Line

Il Teatro a 360°

Guarda il teatro

News

Dal 7 Novembre 2017
RICHARD O’BRIEN’S
ROCKY HORROR SHOW
produzione internazionale
CLAUDIO BISIO 
nel ruolo di Narratore

Leggi tutto...

A GRANDE RICHIESTA
REPLICA!!!
MOMIX 25 marzo

CAVEMAN 3 aprile
BRIGNANO 5 e 10 aprile

Leggi tutto...

Newsletter



Rassegna Stampa

Calendario eventi

Ricerca avanzata eventi

OMAGGIO A BEJART
27/02/2009
 
Clicca sull'immagine per ingrandire


 

CRDL Compagnia Mvula  Sungani

presenta

Omaggio a Béjart

Un mito della danza

con Raffaele Paganini, Emanuela Bianchini, Simona De Nittis
Solisti: Claudia Cavalli, Ilaria Palmieri, Ivana Cibin, Alessia Giustolisi, Vito Cassano, Salvatore Addis.
Regia e coreografie: Mvula  Sungani
Musiche: Antonio Vivaldi, Niccolò Porpora, Maurice Ravel, Officine Zoe, Mercedes Sosa

Il mito è legato a coloro che nella storia lasciano segni indelebili e che superano la prova del tempo. Questa opera coreografica vuole rendere omaggio ad uno dei più grandi geni coreografici indiscussi di questo secolo e di quello appena passato. Maurice Béjart oltre ad essere un grandissimo coreografo è sempre stato un artista che ha spaziato con curiosità ed innovazione dal teatro alla musica, alle forme più stilizzate dello spettacolo così detto globale.  Ad un anno dalla scomparsa del grande maestro si è voluto rendere un doveroso tributo all’uomo che si può considerare un pioniere nel mondo della danza intesa come momento di spettacolo. Questo omaggio vuole essere un pensiero rivolto ad un grande maestro che ha ispirato diverse generazioni di artisti, un ricordo da condividere con tutto il pubblico in una serata emozionante. L’idea coreografica, mira ad essere un viaggio nel caleidoscopio di colori ed emozioni creato  dalla danza che naviga tra le più disparate varianti di suoni e di ritmi. La trama coreografica passerà dalle danze di origine popolare, a quelle di origine più nobile e si sublimerà in un finale pirotecnico: il Bolero di Ravel. Un modo interessante per riscoprire il mondo, l’uomo e le emozioni che lo compongono mediante la danza, la musica, ed i grandi effetti spettacolari, senza avere però la presunzione di raccontare qualcosa, ma con l’obbiettivo di emozionare lo spettatore con un vero e proprio susseguirsi di momenti molto raffinati e speciali. L’idea di questa serata, nata da un intuizione di un magistrale interprete quale è Raffaele Paganini e di un eclettico coreografo quale è Mvula Sungani,  già per il fatto che è dedicata a  Maurice Bejart,  ci riporta come per magia al mondo del teatro per la gente. Infatti Sungani  nella regia e nelle coreografie immagina un viaggio virtuale che passa con fluidità e naturalezza  dalla danza più urbana a quella più di origine etnica (senza però prescindere delle radici tecniche accademiche e dallo stile black ideato dall’autore), immersa in un atmosfera fatta di luci, di suoni e di colori fortemente teatrali.
Le musiche dei  quattro quadri che compongono questo spettacolo sono di autori vari, e passano dai ritmi folk di Officina Zoe, alle melodie barocche di Vivaldi, fino a culminare nella magia ipnotica del Bolero di Ravel.



Organizzatore: Antico Teatro Pagliano srl Via Ghibellina, 101 Firenze P. Iva 04899170480
 

 




Orchestra della Toscana Orchestra della Toscana BoxOffice Toscana