Teatro Verdi Firenze - Venerdì, 31 Marzo 2017

Acquista on-line

Acquista On-Line

Il Teatro a 360°

Guarda il teatro

News

Dal 7 Novembre 2017
RICHARD O’BRIEN’S
ROCKY HORROR SHOW
produzione internazionale
CLAUDIO BISIO 
nel ruolo di Narratore

Leggi tutto...

A GRANDE RICHIESTA
REPLICA!!!
MOMIX 25 marzo

CAVEMAN 3 aprile
BRIGNANO 5 e 10 aprile

Leggi tutto...

Newsletter



Rassegna Stampa

Calendario eventi

Ricerca avanzata eventi

AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA
Dal 30/12/2010 al 09/01/2011
 
Clicca sull'immagine per ingrandire


 

sono ancora disponibili presso la biglietteria del teatro e presso tutti i punti vendita i biglietti per le repliche di venerdì 7, sabato 8 e domenica 9 gennaio

Il Sistina presenta

GIANLUCA GUIDI, ENZO GARINEI e MARISA LAURITO in

AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA

nella commedia musicale di Garinei e Giovannini
scritta con Jaja Fiastri
liberamente ispirata a”After me the deluge” di David Forrest

Musiche di ARMANDO TROVAJOLI
Scene e costumi GIULIO COLTELLACCI
Coreografie GINO LANDI

Realizzazione luci Maurizio Fabretti dal progetto originale di Giancarlo Bottone
Sound Desiger Maurizio Capitini

Regia originale di PIETRO GARINEI e SANDRO GIOVANNINI
Ripresa teatrale di JOHNNY DORELLI

 

e con Marco Simeoli, Valentina Cenni, Titta Graziano, Andrea Carli
La voce di lassù è di Renato Turi


 

Dopo lo straordinario successo ottenuto nella passata stagione torna in scena "Aggiungi Un Posto a Tavola", uno degli spettacoli più amati di Garinei e Giovannini.
Diventata ormai un classico del teatro italiano, è stata rappresentata per la prima volta nel 1974 ed è nata dalla penna di Garinei e Giovannini con la collaborazione di Jaja Fiastri e dalla partitura di Armando Trovajoli.
Spettacolo unico e particolarissimo trova il suo successo, oltre che nelle invenzioni del testo e delle musiche, nella perfetta macchina teatrale inventata da Giulio Coltellacci che firmò scene e costumi. La canonica, la piazza con il sagrato, l'Arca si succedono in maniera continua grazie ai due girevoli che danno vita a cambiscena che spesso hanno strappato l’applauso a “scena aperta”
In questa versione ritroviamo le coreografie di Gino Landi, tra i più apprezzati e conosciuti coreografi italiani e storico collaboratore della ditta G&G e autore delle coreografie originali.
La regia è quella originale di Garinei e Giovannini rimessa in scena da Johnny Dorelli.
Fin dalla sua prima rappresentazione ha conquistato il cuore del pubblico che ha applaudito i suoi personaggi in ogni angolo del mondo. Rarissimo caso di commedia veramente internazionale è stata rappresentata in oltre 50 versioni, dalla Russia all’Inghilterra, dal Brasile alla Cecoslovacchia, dall’Austria all’Argentina e poi in Messico, in Perù e in Spagna.
La storia, liberamente ispirata a “After me the deluge” di David Forrest, narra le avventure di Don Silvestro e del suo paese, scelti da Dio per costruire una nuova arca e salvarsi dal secondo diluvio universale.
In questa edizione Gianluca Guidi, attore e cantante di talento che il pubblico italiano ben conosce e apprezza, indosserà, con naturalezza, la tonaca di Don Silvestro portandogli in dote la sua innata simpatia e comunicatività. Nel ruolo del Sindaco Crispino torna Enzo Garinei con la sua inarrestabile verve. Consolazione avrà la simpatia, la carica vitale e ironica di Marisa Laurito, beniamina del pubblico che da sempre la segue nelle sue performance televisive e teatrali. Marco Simeoli, che il pubblico teatrale ricorda sicuramente nelle ultime due stagioni a fianco di Gigi Proietti in "Di Nuovo Buonasera", sarà l’ingenuo e focoso Toto. Valentina Cenni vestirà gli innamorati panni di Clementina mentre Titta Graziano interpreta Ortensia la “severa” moglie del Sindaco Crispino e Andrea Carli quelli dell’austero Cardinale Consalvo.
Uno spettacolo  che sarà ancora una volta capace di “rapire” gli spettatori per portarli in un fantastico mondo fatto di musica e risate.



LA TRAMA

Don Silvestro, il parroco di un piccolo paese di montagna, riceve un giorno una "inaspettata" telefonata: Dio in persona gli ordina di preparare un'arca in vista di un secondo diluvio universale. Il giovane parroco, aiutato dal suo paese e intralciato da mille inconvenienti ( non ultimo il Sindaco del paese, Crispino, che cercherà in tutti i modi di mettergli i bastoni tra le ruote), riesce tra mille dubbi nella sua impresa ma l'arca costruita non salperà mai.
Poco prima del diluvio un cardinale convince la gente del paese a non seguire Don Silvestro che viene creduto pazzo per la sua bizzarra idea, cosicchè al momento del cataclisma sull'arca si trovano solo lui e Clementina, la giovane figlia del sindaco. Silvestro decide però di non abbandonare il suo paese e i suoi amici e, a diluvio iniziato, scende dall'arca: Dio vede fallire il suo progetto e fa smettere il diluvio. Tutti sono sani e salvi, grazie all'altruismo e all'amicizia del curato.
All'interno della storia si dipanano molte minitrame in un perfetto gioco di scatole cinesi: l'amore di Clementina per Don Silvestro; l'inimicizia per lo stesso del padre di Clementina, l'ateo Crispino; la comparsa in paese di Consolazione, una prostituta che distrarrà gli uomini del paese dai loro doveri familiari; l'amore di essa per Toto, lo scemo del paese, che grazie alla riacquistata virilità la trarrà dalla attenzioni degli altri uomini e la sposerà.

 
 

UN PO’ DI STORIA

Testo di Garinei e Giovannini scritto con Jaja Fiastri, ispirata da un romanzo di D. Forrest "After me the deluge". Musica: Armando Trovajoli. Scene e costuni: Coltellaci. Coreografie: Landi.
E' stato rappresentato per la prima volta a Roma, al Teatro Sistina, l'8 Dicembre 1974. La distribuzione era la seguente: Don Silvestro - Johnny Dorelli; Crispino - Paolo Panelli; Ortensia - Christy; Clementina - Daniela Goggi; Toto - Ugo Maria Morosi; Consolazione - Bice Valori; Il Cardinale - Carlo Piantadosi; La voce di Lassù - Renato Turi.
Nel 1977 venne ripreso con lo stesso cast, unica eccezione: Jenny Tamburi al posto di Daniela Goggi.
Venne ripreso poi nel 1990 con la seguente distribuzione: Don Silvestro - Johnny Dorelli; Crispino - Carlo Croccolo; Ortensia - Christy; Clementina - Tania Piattella; Toto - Adriano Pappalardo; Consolazione - Alida Chelli; il Cardinale - Carlo Piantadosi; La voce di Lassù - Riccardo Garrone.
Il 19 dicembre 2003 va in scena con il seguente cast: Don Silvestro - Giulio Scarpati; Crispino - Enzo Garinei; Ortensia - Christy; Clementina - Martina Stella; Toto - Max Giusti; Consolazione - Chiara Noschese; il Cardinale - Andrea Carli; La voce di Lassù - Riccardo Garrone.
La stagione successiva ritorna con il medesimo cast ad eccezione del ruolo di Clementina che viene interpretato da Margot Sikabony.

 




Orchestra della Toscana Orchestra della Toscana BoxOffice Toscana