Teatro Verdi Firenze - Mercoledì, 29 Marzo 2017

Acquista on-line

Acquista On-Line

Il Teatro a 360°

Guarda il teatro

News

Dal 7 Novembre 2017
RICHARD O’BRIEN’S
ROCKY HORROR SHOW
produzione internazionale
CLAUDIO BISIO 
nel ruolo di Narratore

Leggi tutto...

A GRANDE RICHIESTA
REPLICA!!!
MOMIX 25 marzo

CAVEMAN 3 aprile
BRIGNANO 5 e 10 aprile

Leggi tutto...

Newsletter



Rassegna Stampa



Calendario eventi

Ricerca avanzata eventi

IL LAGO DEI CIGNI

IL LAGO DEI CIGNI

Colossart presenta

BALLETTO DI KIEV


IL LAGO DEI CIGNI


Attenzione: SPETTACOLO ANNULLATO
Il biglietto è rimborsabile presentandosi entro sabato 19 maggioesclusivamente presso la prevendita dove è stato acquistato.

Chi ha acquistato biglietti on-line riceverà informarzioni a mezzo posta elettronica



L'etoile di Kiev
Natalia Matsak e Denis Nedak

Balletto in 4 atti


musica PËTR IL’IČ ČAJKOVSKIJ

coreografia MARIUS  PETIPA 

 

Il corpo di ballo del Teatro Accademico municipale dell’Opera e del Balletto di Kiev è una delle compagnie di danza più rinomate dell’Ucraina. La sua storia inizia nel 1980, quando il grande maestro di balletto Vakhtang Vronsky, artista emerito dell’URSS (1905-1988), crea il Teatro del Balletto Classico di Kiev.
Dal 1989 al 2005, la compagnia è diretta dal celebre coreografo, gran maestro del balletto, detentore del premio Vatslav Nijinsky e vincitore di molti concorsi internazionali di danza, Valeriy Kovtun (1944-2005), al quale succede Viktor Litvinov, illustre maestro di ballo e artista onorifico del popolo ucraino.
Nel febbraio 2010 Tatiana Borovik diventa la direttrice artistica.

Proponendosi, innanzitutto, d’immortalare i gioielli del patrimonio mondiale della danza, la compagnia realizza nuovi spettacoli basandosi su un modello classico trasponendone in scena temi nazionali, folclorici ma anche con moderne coreografie.

Il repertorio della compagnia conta più di trenta balletti e un numero imponente di spettacoli e concerti. Il corpo attualmente è costituito da più di 60 ballerini, laureati nelle prestigiose scuole coreografiche di Kiev, maestri di danza, ma anche debuttanti di talento che hanno partecipato ai più grandi concorsi internazionali ottenendo numerose medaglie e prestigiosi riconoscimenti. Nel corso degli anni, le prestazioni eccellenti del Balletto classico del Teatro Accademico municipale dell’Opera e del Balletto di Kiev, hanno valso il riconoscimento unanime di critica, pubblico e dei media in Ucraina così come in tutto il mondo.

 


IL LAGO DEI CIGNI è uno dei più famosi e acclamati balletti del XIX secolo, composto da PËTR IL’IČ ČAJKOVSKIJ tra il 1875 e il 1876 e rappresentato per la prima volta al Teatro  Bol'šoj di Mosca il 20 febbraio 1877 con la coreografia di Julius Wenzel Reisinger su libretto di Vladimir Petrovic Begicev, direttore dei teatri imperiali di Mosca. Reisinger però manomise la  partitura originale, nonché allestì in modo scadente le scene, lasciò ai ballerini il compito di improvvisare variazioni e passi: il risultato fu deludente. Nonostante ciò il balletto venne comunque riproposto molte volte, tutte, a detta della critica del tempo, poco apprezzabili. Dopo la morte del compositore, nel 1895, il balletto passò nelle mani del coreografo  Marius Petipa, che si distinse egregiamente anche nelle altre due opere di ČAJKOVSKIJ (Lo Schiaccianoci e La Bella Addormentata), e di Lev Ivanov,  assistente di Petipa per il Balletto Imperiale,  che riproposero il nuovo allestimento  nel gennaio del  1895 al   Teatro Mariinskij di San Pietroburgo.

Questa volta fu un successo e Il lago dei cigni entrò a pieno diritto nel repertorio dei teatri pietroburghese e moscovita. Sebbene esistano molte versioni del balletto, la maggior parte delle compagnie di danza hanno basato l’allestimento sulle coreografie  di Marius Petipa considerate una pietra miliare del balletto classico.

La trama del Lago dei cigni è incentrata  sul topos romantico della creatura femminile ultraterrena inseguita da un uomo  perdutamente innamorato. Il principe Siegfrid, andando a caccia, incontra, insieme alle sue damigelle, la bellissima Odette, una principessa trasformata in cigno  dal perfido mago Rothbart per aver rifiutato il suo amore.
Il maleficio potrà essere vinto solo quando un uomo, che non ha mai  dichiarato ad altra donne la sua fedeltà, giurerà  il suo amore ad Odette. Sigfried promette ad  Odette di salvarla.
L’indomani la madre di Sigfried dà una festa poiché il principe ha ormai l’età giusta per prendere moglie, e alla festa si presenta Rothbart, con la figlia Odile che, per un sortilegio, ha assunto le sembianze di Odette; il principe cade nell’inganno e, credendola Odette, giurà fedeltà ad Odile e le  infila al  dito l’anello nuziale.
Nell’atmosfera festosa della corte il mago e la figlia si dileguano ridendo e Odette, destinata ormai alla morte, scompare nel lago; Sigfried, disperato, la segue e il suo sacrificio rompe il maleficio di Rothbart. E così i due giovani innamorati, riuniti, possono finalmente  vivere insieme.
Il Lago dei cigni non è solo la storia di un uomo che deve riuscire a conquistare la donna amata superando gli ostacoli che si frappongono, ma anche quella  di un percorso di crescita, che avviene  tra inquietudini e turbamenti, prima confondendo tra loro il Bene e il Male - Odette e Odile che si somigliano e  gli si presentano egualmente allettanti, il Male con una maggiore forza di lusinga e seduzione -  poi imparando a distinguerli  e scegliendo infine il Bene. 




Acquista on-line

Per saperne di più


Date evento
  • il 07/05/12 ore 20.45

tipo evento: Balletti
evento rivolto a: tutti
accessibilità: accessibile ai disabili
E-mail: info@teatroverdionline.it

Luogo
  • Teatro Verdi
    Via Ghibellina, 99
    50122 Firenze









Orchestra della Toscana Orchestra della Toscana BoxOffice Toscana